Appuntamento: Lunedi - Venerdi: 09–13, 15–19:30
avveziobonanni@gmail.com0773 663593
hello world!
Published: Gennaio 16, 2023

Chioggia dice no all’amianto. Al via la microraccolta

Chioggia (Venezia) aderisce al servizio di microraccolta di materiali contenenti amianto. Scopriamo i dettagli.

Chioggia: una sovvenzione per smaltire l’amianto 

L’Assessore all'Ambiente del Comune di Chioggia, Serena De Perini, annuncia un’interessante iniziativa, volta a tutelare l’ambiente e la salute dei suoi concittadini. 

Il Consiglio di Bacino Venezia Ambiente, in collaborazione con il gestore del servizio Veritas Spa, sovvenzionerà la rimozione dell’amianto (€ 250 per ciascun contratto) da abitazioni civili, garage, rimesse e relative pertinenza.

«Un’opportunità da cogliere per smaltire l'amianto in tutta sicurezza, usufruendo anche di un incentivo economico-spiega De Perini -. Sappiamo che l’amianto è un materiale che può risultare molto pericoloso e dove possibile va eliminato. Con questo servizio si potrà farlo seguiti da professionisti anche con un tutorial chiaro e fruibile da tutti. Pensiamo alla nostra salute e alla salvaguardia dell’ambiente!»

Quanto amianto potranno rimuovere i cittadini di Chioggia?

Il progetto prevede la rimozione fino a mille chilogrammi di manufatti in amianto o 75 metri quadrati di lastre, posizionati a un massimo di 3 metri da terra.

Come si svolge il servizio di microraccolta

I cittadini che ne fanno richiesta potranno rimuovere dalle loro proprietà il materiale contenente amianto: lastre, pannelli, rivestimenti e manufatti come tubature, canne fumarie e altri oggetti.

Per operare in tutta sicurezza, verrà consegnato loro un kit per la rimozione ed il confezionamento dei materiali da effettuarsi in autonomia. Esso contiene dispositivi di protezione individuale e di messa in sicurezza.

I materiali verranno poi ritirati e smaltiti da Veritas Spa in conformità alle norme vigenti. Un tutorial messo a disposizione dalla società spiegherà come procedere nelle operazioni.

Dettagli burocratici della microraccolta di Chioggia

La richiesta va effettuata compilando l’apposita modulistica reperibile nel sito internet di Veritas Spa. Potranno accedere al servizio solo gli intestatari delle utenze domestiche in regola con i pagamenti della TARI. Le pratiche non compilate correttamente saranno cestinate. 

Nel caso in cui la domanda venga accolta, la società di smaltimento attiverà un servizio di prelievo di tipo ordinario, con ritiro entro 60 giorni oppure urgente (ritiro in 30 giorni). La sovvenzione di € 250 (fino ad esaurimento fondi) verrà scontata direttamente in fattura emessa da Veritas Spa.

ONA: una lodevole iniziativa 

L’area di Chioggia è caratterizzata dalla forte presenza di amianto. Nella Val Da Rio, dopo aver trovato amianto nella discarica (un’area con 400mila metri cubi di rifiuti), esattamente un anno fa erano stati bloccati i lavori di bonifica.

In aggiunta, lo scorso agosto, una tromba d’aria aveva causato una “pioggia di amianto”. Il pericoloso patogeno si era staccato dal fatiscente tetto degli antichi magazzini del sale, ricoprendo strade e giardini. 

L’iniziativa lanciata a Chioggia è sicuramente lodevole e sicuramente contribuirà a sensibilizzare l’opinione pubblica sui pericoli del killer silente. 

Fonti 

ASSISTENZA LEGALE

Richiedi una consulenza all'Avv. Ezio Bonanni
Richiedi una consulenza