Appuntamento: Lunedi - Venerdi: 09–13, 15–19:30
avveziobonanni@gmail.com0773 663593

Il mesotelioma pericardico e servizi di assistenza

Il mesotelioma pericardico è una neoplasia maligna a carico del pericardio, la membrana che riveste il cuore. Il pericardio è quindi una sierosa costituita da due strati ben distinti, detti: pericardio viscerale e pericardio parietale.

Questo tumore maligno è causato esclusivamente dalle fibre di amianto, inalate, oppure ingerite attraverso l'acqua potabile.

Il mesotelioma del pericardio è un tumore amianto che si può manifestare in forma circoscritta o diffusa. Purtroppo, la maggior parte dei mesoteliomi pericardici raramente viene diagnosticata in vita.

Tutela legale gratuita mesotelioma pericardico

Lo studio legale dell'Avv. Ezio Bonanni ti assiste per:

  • Denuncia malattia professionale: certificazione indispensabile per avviare la procedura di riconoscimento dell'origine professionale della malattia amianto, risarcimento inail mesotelioma, rendita diretta / in reversibilità per il coniuge e i figli;
  • Accertamento del danno biologico permanente: fondamentale per ottenere il riconoscimento dell'origine professionale tumore amianto e quantificare il grado invalidante, utile nell'eventuale giudizio risarcimento dei danni a carico del datore di lavoro e altri responsabili;
  • Revisione danno permanente: sia l'INAIL che la vittima possono chiedere di riesaminare la quantificazione del danno biologico in caso di aggravamento;
  • Ricorso amministrativo e giudiziario: in caso di mancato riconoscimento della rendita / riconoscimento grado invalidante inferiore, la vittima ha il diritto a ricorrere in via amministrativa per far fissare la visita collegiale INAIL e, successivamente, giudice del lavoro;
  • Prestazioni INAIL / Risarcimento INAIL mesotelioma: la vittima ha diritto all'indennizzo del danno biologico e al risarcimento dei danni da diminuite capacità di lavoro con una rendita mensile. L'entità della rendita mensile / risarcimento INAIL tiene conto della retribuzione e del grado invalidante (pari almeno al 16%). In caso di grado invalidante tra il 6% e il 15% è dovuto il solo indennizzo del danno biologico.

Assistenza legale gratuita

Potrai ricevere assistenza dallo studio legale contattando la pagina delle Consulenze legali gratuite o compilando il form sottostante:

I diritti della vittime di mesotelioma del pericardio

Le vittime di mesotelioma pericardico e i loro familiari, in caso di decesso, hanno diritto all' indennizzo INAIL, ovvero la rendita INAIL e all'accesso ai benefici contributivi con l'opportuna rivalutazione contributiva del periodo di esposizione ad amianto con il coefficiente 1,5.

Il coefficiente 1,5 è un punteggio utile sia per il prepensionamento, ovvero il cosiddetto scivolo, per poter andare in pensione anticipatamente, sia per la rivalutazione dei ratei pensionistici.

Il pensionamento anticipato colloca anticipatamente in pensione il lavoratore esposto, evitando così ulteriori esposizioni. In caso di decesso, la rendita INAIL viene liquidata al coniuge superstite nella misura del 50% della prestazione spettante alla vittima. Mentre ai figli la rendita viene erogata nella misura del 20% ciascuno. A condizione però che non superi l'iniziale 100%.

Per approfondire leggi i seguenti argomenti:

  • Rendita Inail
  • Rendita Inail ai superstiti
  • Fondo Vittime Amianto
  • Prestazioni Inail in caso di decesso
  • Benefici contributivi (art. 13 comma 7 legge 257/92)
  • Prepensionamento

Risarcimento danni vittime mesotelioma pericardico

Il mesotelioma del pericardio ha sempre origine occupazionale e insorge solo in seguito a elevata esposizione a polveri e fibre di asbesto. Occorre precisare, che le esposizioni extraprofessionali sono di intensità troppo bassa per causarne l'insorgenza.

Questa neoplasia quindi è anche la prova che l'esposizione è stata intensa e lavorativa, e dunque costituisce il nesso causale tra esposizione e insorgenza. La prova del nesso causale tra esposizione amianto e cancro del mesotelio pericardico permette di ottenere il risarcimento danni.

La vittima ha il diritto al risarcimento del danno, patrimoniale e non patrimoniale e, in caso di decesso, il diritto può essere fatto valere dagli eredi, per responsabilità contrattuale ed extracontrattuale.

Le modalità per il risarcimento dei danni sono conseguenti all'entità del grado invalidante riconosciuto:

  • inferiore al 6%: il risarcimento danni è a carico del datore di lavoro (Cass. sez. lav., n. 2491/2008)
  • dal 6% al 15%: il datore di lavoro risarcisce i danni differenziali, morali, esistenziali e patrimoniali
  • a partire dal 16%: l'inail indennizza il danno biologico e il danno patrimoniale da diminuite capacità di lavoro e il datore di lavoro risarcisce i danni differenziali biologici e patrimoniale e quelli complementari

Per approfondire:

  • Danni da amianto: risarcimenti, rendite e benefici contributivi
  • Risarcimento danni amianto

Vittime del Dovere

Gli appartenenti alle Forze Armate e al Comparto Sicurezza che durante lo svolgimento di attività, mansioni e missioni, hanno contratto questa neoplasia da amianto, hanno diritto al riconoscimento dello status di Vittima del Dovere con i relativi diritti e benefici.

In caso di decesso della vittima, il coniuge superstite può chiedere ed ottenere il riconoscimento dei relativi diritti e benefici, tra cui le prestazioni previdenziali e assistenziali:

  • speciale elargizione (€200.000,00)
  • assegno vitalizio (€500 mensili)
  • assegno vitalizio (€1.033,00 mensili)
  • ulteriori prestazioni

Per approfondimenti

  • Causa di servizio e vittima del dovere
  • Riconoscimento Vittime del dovere

Cosa è il mesotelioma del pericardio

Il mesotelioma del pericardio è un tumore dovuto dall'amianto molto aggressivo. Ha origine dalle cellule del pericardio, ovvero la membrana che avvolge i cuore.

Il cancro del mesotelio cardiaco è caratterizzato da un numero minore di casi rispetto ai mesoteliomi che coinvolgono le altre sierose. In caso di diagnosi precoce, è possibile ottenere maggiori chances di sopravvivenza.

Tipi istologici

In base al tipo di cellula maligna, si distinguono tre tipi di tumore del mesotelio:

  • Epitelioide: il più comune (60-70% dei casi), tende ad avere una migliore prognosi
  • Sarcomatoide (o fibroso): dal 10 al 20% dei mesoteliomi
  • Misto (o bifasico): con aree epitelioidi e aree sarcomatoidi, rappresenta dal 30 al 40% dei mesoteliomi

Approfondisci su: Meccanismi della cancerogenesi

I sintomi del mesotelioma pericardico

Nei casi di sospetto mesotelioma è consigliabile affidarsi subito al proprio medico curante. I sintomi iniziali del mesotelioma cardiaco sembrano poco specifici. Per questo motivo, spesso vengono ignorati o associati ad altre patologie da amianto:

Sintomi mesotelioma pericardico iniziali:

  • astenia
  • tosse
  • tachicardia
  • perdita di peso
  • ascite

I sintomi successivi del mesotelioma pericardico:

  • sudorazione
  • tromboflebia
  • hypercoagulability
  • febbre dell'origine sconosciuta
  • ostruzione intestinale
  • lesioni infiammatorie acute

Versamento del pericardio

Cos è il pericardio? Il pericardio, come già detto, è la sierosa che avvolge il cuore. Lo stesso è composto da due membrane. Il primo è chiamato pericardio viscerale ed è direttamente collegato al tessuto muscolare cardiaco, mentre la seconda membrana, chiamata pericardio parietale, è localizzata all'esterno del cuore.

Il liquido pericardico è importante in quanto lubrifica entrambe le sierose e riduce notevolmente l'attrito durante la contrazione del cuore.

Nei casi in cui avviene un versamento del liquido cardiaco, avviene un processo chiamato versamento pericardico. Quest'ultimo può essere anche successivo ad un infarto miocardico acuto, traumi, tumori cardiaci o metastasi.

I sintomi che accompagnano il versamento pericardico sono: forte dolore al torace, dispnea e battito cardiaco accelerato.

Come ottenere la diagnosi mesotelioma pericardico

La diagnosi per il mesotelioma si basa sulla biopsia pericardica (anche se questa metodica non è molto sensibile nel determinare l’etiologia di un versamento pericardico)  e sulle tecniche di imaging. In ogni caso, è necessario l'esame istologico sulla biopsia tissutale e sui risultati dell'immunocolorazione:

  • esame istologico (che rileva le caratteristiche istologiche)
  • tomografia computerizzata (esame TC)
  • pericardiotomia (intervento chirurgico di incisione del sacco pericardico nel corso di interventi di chirurgia cardiaca)
  • biopsia (in corso di intervento chirurgico o con ago tranciante)
  • ecografia addominale

Terapia del mesotelioma pericardico

L'approccio al tumore del pericardio dipende da diversi fattori. Tra questi troviamo la stadiazione, l'età e lo stato di salute del paziente. La terapia per questo tipo di neoplasia prevede anche diversi approcci, oppure una combinazione di essi stessi per aumentarne l'efficacia (The Antemortem Diagnosis of Primary Malignant Pericardial Mesothelioma: A Multidisciplinary Evaluation). 

Se il tumore si trova ancora in fase iniziale può essere applicata la chirurgia, la radioterapia e/o la chemioterapia.

Purtroppo però, nei casi di stato avanzato della neoplasia, l'approccio farmacologico risulta poco efficace. Gli studi ancora in corso hanno rivelato delle novità sui protocolli di terapia genica. Quest'ultima avviene attraverso la stimolazione dei vettori endovirali anti-SV40 e del vettore trasportante l’herpes simplex timidina-chinasi suicida ( Albelda SM. Gene therapy for lung cancer).

Mentre gli studi di biologia molecolare, condotti dal Dipartimento terapia e cura del mesotelioma di ONA,  hanno fatto luce su nuove prospettive terapeutiche che inibiscono i fattori di crescita cellulare (Strizzi L, Catalano A, Vianale G, et al. Vascular endothelial growth factor is an autocrine growth factor in human malignant mesothelioma. J Pathol 2001; 193: 468-75).

Le terapie

  • chirurgia
  • radioterapia
  • chemioterapia

Ogni caso di mesotelioma del pericardio è diverso dall'altro. Per questa ragione ogni scelta va presa con attenzione rivolgendosi ai sanitari.

Mesotelioma pericardico: le aspettative di vita

Ad oggi, non è disponibile un gran numero di studi in materia e quindi, non ci sono precise indicazioni relative alla sopravvivenza. Tuttavia, come per tutte le neoplasie, è necessario conoscere e praticare la prevenzione primaria.

L'Avv. Ezio Bonanni è autore della pubblicazione "Come curare e sconfiggere il mesotelioma e ottenere le tutele previdenziali e il risarcimento dei danni", dedicata a tutte le vittime di tumore del mesotelio da amianto e ai loro famigliari, per fornire una guida pratica alla tutela legale e medica.

mesotelioma

Registro Patologie Asbesto Correlate (REPAC)

L'ONA ha istituito il Registro delle malattie asbesto correlate (REPAC) per tirare le somme in merito agli indici di sopravvivenza, l'incidenza e le relative aspettative di vita delle malattie da amianto.

La piattaforma REPAC permette di segnalare anche la presenza di amianto. Lo scopo della piattaforma è quello di favorire le autorità nell'individuazione e la bonifica dei manufatti contenenti amianto.

ASSISTENZA GRATUITA

Richiedi una consulenza gratuita all'Avv. Ezio Bonanni
Richiedi una consulenza